Grecia uscita euro

La Grecia ha i giorni contati.

Il neo eletto primo ministro greco Tsipras non dormirà sogni tranquilli, almeno fino a quando non avrà allontanato un po’ i problemi finanziari del suo Paese. La Grecia se non troverà un accordo alla svelta potrebbe trovarsi senza soldi già da Marzo.

Grecia ed Europa.

I negoziati di ieri per trovare una soluzione alla questione greca non si sono conclusi nel migliore dei modi.
Da un lato Syriza ha vinto alle urne da troppo poco per dimenticarsi del mandato elettorale e rinunciare al programma politico che metteva al primo posto la rinegoziazione dei vincoli imposti dall’Europa. Dall’altro lato ci sono i ministri delle finanze europei che non intendono essere messi sotto scacco dalla Grecia e creare un predente, un caso da emulare ogni qual volta un Paese abbia bisogno di un aiuto.
Allo stesso tempo entrambe le parti scongiurano un’uscita dall’Euro della Grecia

In questa partita a scacchi c’è la questione Russa, e la disponibilità di aiuti sovietici in cambio di una base militare Greca proprio in mezzo al Mediterraneo.
L’ipotesi è inquietante in questo momento, e se dovesse prendere piede questa idea sono sicuro che l’Europa farà il primo passo verso la Grecia.
D’altra parte difficilmente la Grecia arriverà ad un tale accordo sovietico senza aver provato tutte le strade dialogando con l’Europa. La loro volontà è rivolta verso l’Unione europea e verso il dialogo.

La soluzione più probabile è un cedimento da parte del partito ellenico, l’accettazione dei vincoli europei al fine di ricevere le prossime tranche di aiuti dall’Europa.
Si, ma come spiegarlo poi agli elettori? Bisognerebbe trovare un trofeo da mostrare tornando dai negoziati, qualcosa per camuffare la sconfitta di Syriza almeno in un pareggio.
Insomma, l’Europa dovrà fare un omaggio, uno sconto, un investimento, qualsiasi cosa con cui Tsipras possa tornare in Grecia da ‘vincitore’.

La strada è ancora lunga, ma i tempi sono stretti.
In ogni caso la situazione non può che penalizzare l’Euro in questo momento.
L’euro dollaro potrebbe avere nuove pressioni ribassiste e andare a formare nuovi minimi
L’incertezza, più spese per la Grecia o l’uscita dall’euro del Paese Ellenico sono tutti fattori che  penalizzano la moneta unica.

L’unica cosa che potrebbe dare un po’ di fiato all’Euro sarebbe una resa di Tsipras incondizionata … ma il primo ministro Ellenico e il ministro delle finanze Varoufakis non sembrano intenzionati alla resa.

Staremo a vedere.

About the Author: migliorbroker