Hypo Alpe Adria 11032015



Hypo Alpe Adria … la Lehman europea

Mentre i riflettori sono tutti puntati sui problemi della questione Grexit e sulle nuove misure annunciate dal Presidente della BCE Mario Draghi, un altro evento si preannuncia rubare la scena economica europea.
E’ il caso della bad bank Heta Asset Resolution, costituita per gestire le perdite della banca austriaca Hypo Alpe Adria. La Heta sembra aver formato un buco stimato tra i 4 e i 7,6 Miliardi di Euro.

L’Austria non garantisce il debito di Heta

Il ministro delle finanze austriaco Hans Jörg Schelling ha dichiarato che l’Austria non garantirà le obbligazioni emesse dalla banca, applicando la strategia del bail in che prevede l’assunzione di tutti i rischi da parte degli obbligazionisti, lasciando così di fatto lo stato federale austriaco della Carinzia da solo nel gestire la situazione già complicata.

La garanzia della Carinzia

La Carinzia infatti si era obbligata verso una parte dei creditori di Heta garantendo le obbligazioni.
Nell’arco di pochi mesi le obbligazioni della banca sono scese del 50%.
Quel che viene sottovalutato è l’effetto domino che può avere la situazione del mancato pagamento delle obbligazioni e del fallimento di una piccola regione austriaca a Nord del Friuli.

Carinzia in breve

La Carinizia è lo stato federale austriaco più povero del Paese, e conta circa 560.000 abitanti e un bilancio annuale di 2,3 Miliardi gravato da debiti per 3,2 Miliardi di Euro.
La possibilità di rivalsa dei creditori di Heta sulla Carinzia esiste ed è forte, ma la disponibilità non potrà sicuramente essere illimitata.
Moodys proprio qualche giorno fa ha declassato in un colpo solo il rating della Carinzia di bene 4 gradini : da A2 a Baa3

Come può una piccola regione austriaca mettere in scacco l’intero sistema economico europeo?

Se i creditori non riescono a rientrare dei loro capitali, può scatenarsi un effetto domino con conseguente ritorno alla sfiducia da parte delle istituzioni finanziarie. I creditori hanno le spalle larghe, si tratta di banche, assicurazioni, fondi, ma basta che anche uno solo di questi vacilli per riportare il panico sui mercati. Torna lo spauracchio Lehman?
Certo, Heta non è poi il colosso americano, ma in questa situazione economica sarebbe meglio evitare completamente queste analogie col passato.

Soluzioni

La Carinzia ha già chiesto al governo con una delibera votata all’unanimità da maggioranza e opposizione di accedere ad un prestito a tassi agevolati, ma non sarà facile ottenerlo.

Intanto le borse europee, convinte dalla manovra della BCE, continuano a salire segnando nuovi massimi ed ignorando al momento gli incubi austriaci, ma forse conviene avere maggiore prudenza in queste settimane.

About the Author: migliorbroker